Be Back in a moment.. ( Come Passare 8 ore su un Aereo che Balla e non Rimetterci)


AAAAhhhhhhhhhhhhh…. The Indian Ocean…. soleeeeeeee mareeeeeee pesciiiiii palmeeee coccoooooooo bellooo coooccccoooo… ehm .. no.. quello è il napoletano a Gabicce Mare …

Che volere di più dalla vita? Nemmeno il Lucano ce ne può..

13 giorni/11 notti in uno dei posti più belli del mondo alla faccia del bicarbonato di sodio e di chi ci vuole male..
Ebbene questo è stato il nostro viaggio di nozze da urlo ma andiamo per ordine.. ( leggi: sta per iniziare il prolisso e prosopopeico racconto minuto per minuto, secondo per secondo, dolce per dolce, caffè per caffè.. ehm..)
Mercoledì 30 luglio :
preparalavaligia-disfalavaligia-chemisoscordata?boh-riaprilavaligia-moglieeesbrigatiicheètardi-richiudilavaligia-cacchiononsirichiude-saltasullavaligia-amooooarrivo-pranzodamammaslurpragu-caffèdimammacacchioèbollente-casadellasuocera-macchinadelcognato-14e25direzionefiumicinoo-viaaaaaaaa.
Mercoledì 30 luglio ore1600: Fiumicino
Siamo in anticipo di due ore sul Check in ( ma non c’erano i Tutor???)
Ore 18e30:Check in siamo i primi
Ore 18e45 -20e20: Firulin Firulan – Canzone del viaggiatore spaesato nell’aereoporto
Ore 20e30:Miiiiiiiiiisonosullaereoooooooooooooooooooooooocheparteeeeeeeeeee
Ore 20 e 55/ore 7e25(fuso orario +3h gmt) : Navigazione…ehm..volazione….ehm…velocità di crociera ..no insomma.. stiamo taaanto in aaaalto..
Ore 7e35 a.m del 31 luglio 2008: Aereoporto Internazionale (???) di Mahè- Seychelles
Miiiiicheatterraggiopocomorbidoooo
sappiate che: 1. Ci hanno fatto lavare-rinfrescare-umidificare-salviettinare almeno 7 volte ( il che non guasta ovviamente ma ci hanno trattato un po’ come … mmm… non mi viene un termine che non sia offensivo..)
2. Credevo di aver avuto abbastanza fegato a volare per la prima volta su un boing per 8 ore senza svenimenti ma non avevo ancora visto questo:

l’aereo per il volo interno da Mahè a Praslin
15 interminabili minuti a bordo della soprariprodotta bagnarola e siamo arrivati al Domestic Terminal di Praslin dove ci attendeva un rappresentante del Tour Operator ( altra salviettina rinfrescante..) che gentilmente ci ha aiutato a sbrigare le ultime pratiche e poi accompagnato fino al pullmino che doveva farci attraversare l’isola e la valle de Mai fino al porticciolo di Baie St. Anne.
Ora.
Alle Seychelles si guida a sinistra.
Alle Seychelles la patente si prende con i punti del Vim in polvere.
Alle Seychelles , se prendete autobus o taxi, portatevi dietro i sacchettini anti-vomitino e non cercate di fare riprese tipo Donnavventura o Superquark mentre siete sul bus perchè otterrete solo qualcosa che può farvi rimettere più del bus stesso. Ricordate: voi siete turisti, non Folco Quilici, nè tantomeno Steven Spielberg. E’ già tanto se le vostre foto non saranno tutte sovraesposte o fuori fuoco.

Arrivati, infine, dopo aver attraversato una foresta equatoriale che, a onor del vero, è qualcosa di meravigliosamente indescrivibile, al porticciolo (jetty) di Baie St. Anne, attendiamo fiduciosi che qualcosa accada.

Ovvero, che arrivi la barchetta dell’Hotel a prenderci, poichè la sistemazione da noi scelta è , ovviamente, raggiungibile solo via mare.

31 Luglio/10 Agosto: ………………………… ricordo solo sole mare mare e sole poi ancora sole poi ancora mare, escursioni, passeggiate, spiagge, tartarughe giganti, ottima cucina, e niente tv niente internet,niente telefono niente giornali niente tempo.

11 agosto: sigh sob …… buaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaavojootornarealmareeeeeeeeeee

dopo aver fatto il percorso a ritroso ( barca-pullminoblub-aereobagnarola) decolliamo alle 12 e 20 a.m. alla volta di Roma Fiumicino, con quasi 3 quarti d’ora di ritardo.

Stavolta non si balla. Emenomale cazzarola….

Indi, con i venti a favore e un cielo assolutamente sgombro da nubi di qualsiasi genere fino a Roma, non mi chiedete come mai ma siamo arrivati in anticipo di 20 minuti sull’orario di atterraggio previsto tant’è vero che ci è toccata una virata sul lago di bracciano per perdere tempo.

Scesi a terra e baciato il suolo patrio non fosse altro che per il fatto di essere finalmente di nuovo saldamente ancorati al suolo suppongo di aver attirato qualche imprecazione quando ho esclamato ad alta voce ” scommetto che la prima valigia è la mia!!!” ed è effettivamente stato così, mentre centinaia di persone affaticate sudate e inferocite rovistavano tra improbabili pile di bagagli sconosciuti..

Meglio trotterellare via …

Tutto questo per stare qui a ricordarmi che siamo già a settembre e che forse è meglio che mi mangio un gelato va’…

anche perchè chi cacchio ce ‘ha il coraggio di risalire sull’aereo???

Annunci

Autore: Nora Marchini

Nell'aggiornare le info sui profili perdo sempre la capacità di sintesi. Non che io abbia tutte queste cose da descrivere. Faccio la mamma. Lavoro nell'IT ( Information Technology cioè i computer e tutto ciò che c'è di informatico ed elettronico). Leggo per passione. Scrivo per passione e perchè mi fa stare meglio. Cucino per rilassarmi. Vivo in quel che rimane della città di L'Aquila.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...