Ma Che Lo Ordino A Fare il Caffè d’Orzo?


Non l’ho ancora capito… Nemmeno mi piace.. sciacquoloso e dolciastro e non ricorda il caffè manco pe’ cavolo. Giusto il tintinnare della tazzina ma sto cominciando a temere la ribellione del cucchiaino che prima o poi ( penso prima) si rifiuterà categoricamente di essere immerso in una simile brodaglia bollente.

( sottofondo malinconico: California Dreamin’ — The Mamas and Papas)
OOhhh dunque veniamo a noi.. questa mattina mi concedo e vi concedo una pausa dalle ricette.. sennò mi ingrassate troppo e poi dovete rinforzare le sedie.
Messaggio per Memo: questo post non parla di cibo, quindi puoi commentare.
La mattinata sta trascorrendo per fortuna abbastanza velocemente, cerco di inventarmi di tutto e di più per non accorgermi del tempo che resta prima della campanella del pranzo. IN fondo , a tutt’oggi, le giornate si dividono in 1. Ora di Colazione 2. Ora di Pranzo 3. Ora di cena.
Classico scandire dettato dagli usi e costumi di un Hotel.
Di imprevisti ce ne sono ben pochi, di stupidi ne è pieno il mondo, e in TV c’è sempre , immutabile, la Signora Fletcher io-non-porto-sfiga-per-niente…
E andiamo avanti, io ho il mio tavolino vicino la finestra con doppia presa per la corrente, la solita mezza minerale, il pc connesso con feisbuk gugol skaip e uindos laiv tanto per non precludermi nessuna possibilità di comunicazione esterna. Oddio che post noiosissimo, mi sto addormentando da me stessa mentre scrivo.

Sgratto via un paio di ragnatele che si sono formate nel frattempo tra il monitor e la tastiera e cerco di frugare nei meandri della mia mente per trovare qualche parola da assemblare in modo che assomigli ad una espressione umoristica.

mumble mumble mumble

no…. nisba… vuoto totale… ecchecacchio… manco una barzelletta , una freddura, un aforisma… niente.

Vabbuò … che dite desisto?

Magari dopo un piatto di gnocchi al ragù mi viene l’ispirazione… è che l’ambiente è a dir poco avvilente… si parla solo di terremoto , del dice che fa n’atra botta, e sento solo gente che sta qui servita e riverita mentre sputa nel piatto dove mangia.

Quindi perdonatemi se non sono proprio umorista.

Annunci

Autore: Nora Marchini

Nell'aggiornare le info sui profili perdo sempre la capacità di sintesi. Non che io abbia tutte queste cose da descrivere. Faccio la mamma. Lavoro nell'IT ( Information Technology cioè i computer e tutto ciò che c'è di informatico ed elettronico). Leggo per passione. Scrivo per passione e perchè mi fa stare meglio. Cucino per rilassarmi. Vivo in quel che rimane della città di L'Aquila.

1 thought on “Ma Che Lo Ordino A Fare il Caffè d’Orzo?”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...