Mattino


 

La luce del mattino si può toccare: è bianca, densa, racchiusa in un solo punto luminoso che sporge dietro la linea dell’orizzonte, te la senti addosso che scivola morbida e tiepida, tagliente e fredda. La luce del mattino gioca con la nebbia sottile che ricopre la terra, si veste di rivoli di vapore ricamati di brina d’inverno e rugiada d’estate. La luce del mattino danza al canto leggero della natura, accompagna il silenzio della notte appena trascorsa. Abbaglia; riposa; rallegra e consola. Ma non si lascia prendere.

( sottofondo: suite “il Mattino” dal  Peer Gynt di Grieg)

Annunci

Autore: Nora Marchini

Nell'aggiornare le info sui profili perdo sempre la capacità di sintesi. Non che io abbia tutte queste cose da descrivere. Faccio la mamma. Lavoro nell'IT ( Information Technology cioè i computer e tutto ciò che c'è di informatico ed elettronico). Leggo per passione. Scrivo per passione e perchè mi fa stare meglio. Cucino per rilassarmi. Vivo in quel che rimane della città di L'Aquila.

2 thoughts on “Mattino”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...