Casa dolce casa


Quando il caldo era insopportabile come in questi giorni, a casa , la nostra vecchia casa, ci piaceva crogiolarci sul terrazzino, dove avevamo creato la nostra piccola oasi verde. L’Estate era il tripudio del dolce aroma intenso del gelsomino, del rosso dei gerani parigini che ricoprivano tutto il balcone, delle calle e delle margherite. Avevo finalmente la mia cuccuma di latta a centro tavola a fungere da vaso, nell’illusione di ricreare uno di quegli angoletti perfetti delle riviste. Non sarà stato poi così perfetto, però a me garbava di molto, specie la sera con le ciotoline di cotto piene di citronella e le piccole fiammelle a fare da cornice alla piana di Roio, con i suoi paesini puntellati di luci bianche e arancioni. Sentivo solo i grilli, il che era una gran cosa perchè, a dirla tutta, non mi era più capitato di ascoltare   il canto dei grilli dalle lontane sere d’estate di quando ero piccola e vivevo in un paese vero, con le fontanelle di acqua gelata , e gli usci con i gradini e i vasi e le chiavi lasciate nelle toppe. Per cui il canto dei grilli era un concerto assolutamente meraviglioso, quelle sere, perchè mi faceva sentire ancora di più a casa. Ogni tanto, quando il vento spirava in su dalla vallata, riuscivo ad ascoltare anche il rumore del trenino a gasolio, quei due vagoni un po’ spompati bianchi e verdi che quasi si confondevano con il resto del paesaggio. I treni mi sono sempre piaciuti. Mi danno l’idea del divenire, dello scoprire nuovi angoli di mondo che viaggiando in auto non saremmo in grado di notare. Il treno ti dà il tempo di pensare, mentre viaggi, il tempo di essere malinconico perchè hai lasciato casa o felice e impaziente  perchè a casa ci stai tornando. 

Chissà se presto avrò anche io il mio biglietto di ritorno.

Annunci

Autore: Nora Marchini

Nell'aggiornare le info sui profili perdo sempre la capacità di sintesi. Non che io abbia tutte queste cose da descrivere. Faccio la mamma. Lavoro nell'IT ( Information Technology cioè i computer e tutto ciò che c'è di informatico ed elettronico). Leggo per passione. Scrivo per passione e perchè mi fa stare meglio. Cucino per rilassarmi. Vivo in quel che rimane della città di L'Aquila.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...