Ombre


Una spessa cappa di fumo stringeva la gola , locale buio, luci soffuse da abat-jours giapponesi.
Corpi accaldati, vicini, stretti, aderenti.
Scivola il bicchiere di vodka sul bancone viscido, in una lieve scia di pesca.
Sigarette come lucciole nella notte. Volti confusi, occhi semichiusi, occhi truccati, spenti, vividi, incoscienti.
Ombre.
Tavoli gremiti.
Divani stipati.
Scale.
Buio.
Vento fresco che arriva dalla finestra.
Strada silenziosa bianca di lanterne.
Rifugio. Nascondiglio. Buio.
Una mano sul seno.
Finalmente mio.

Annunci

Autore: Nora Marchini

Passa il tempo, passano le cose, i mestieri, si sceglie di seguire una strada al posto di un'altra. Si sbaglia, si ricomincia, si sbaglia ancora, si ricomincia ancora. Non vediamo il traguardo che pure arriverà. Quello che conta è vivere, oggi, come fosse il traguardo. Giornalista pubblicista, mamma, amo le emozioni, il mare, la musica, i libri, i luoghi, l'arte. Vivo All'Aquila e provo a indovinare dove mi porterà la vita.

2 thoughts on “Ombre”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...