Tutta mia la città


L’auto. Stasera è lei a condurmi per vie deserte e silenziose.
Con me c’è musica vintage. Chitarre acustiche , voci melodiche. Distendono le rughe della fronte. Quasi, le mie labbra assumono la piega di un sorriso.
La facciata rosa a scacchi della Basilica mi attende alla fine del viale , splendida e isolata . Profuma di erba umida e terra bagnata. Spengo il motore per non rompere il silenzio. Spengo la musica. Spengo i pensieri. Per una manciata di minuti siamo solo io e la città.
Ogni aquilano dovrebbe trascorrere una manciata di minuti solo con la sua città. Sentirla respirare sotto la polvere e i sassi. Dietro i teli dei cantieri o dei puntellamenti. Ricordarsi dell’odore che ha la primavera quando arriva e il prato di Collemaggio quando rinverdisce.
Passare. Fermarsi. Respirare.
Sorridere.
E andare avanti ancora un po’.

Inviato da WordPress per Windows Phone

Annunci

Autore: Nora Marchini

Passa il tempo, passano le cose, i mestieri, si sceglie di seguire una strada al posto di un'altra. Si sbaglia, si ricomincia, si sbaglia ancora, si ricomincia ancora. Non vediamo il traguardo che pure arriverà. Quello che conta è vivere, oggi, come fosse il traguardo. Giornalista pubblicista, mamma, amo le emozioni, il mare, la musica, i libri, i luoghi, l'arte. Vivo All'Aquila e provo a indovinare dove mi porterà la vita.

3 thoughts on “Tutta mia la città”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...